Home page

Sollecitatori sismici
 
con moto unidimensionale,
bidimensionale e tridimensionale.


Abbiamo depositato due brevetti riguardanti sollecitatori para sismici che si differenziano fra loro per il loro principio di funzionamento.

Applicati ad un elemento da testare, entrambi producono su di esso sollecitazioni simili a scosse sismiche.

Il sollecitatore, relativo al primo brevetto depositato, produce essenzialmente una sollecitazione armonica rettilinea.

Un'ampia gamma di regolazioni permette di applicare all'elemento da testare specifiche sollecitazioni richieste per test diversi.

L'eccitatore relativo al secondo brevetto produce sollecitazioni, anche di notevole complessità, derivanti dalla composizione di movimenti rettilinei, bidimensionali e tridimensionali.

Le onde sismiche che possono investire un oggetto vincolato al suolo, per esempio un edificio, possono avere caratteristiche notevolmente differenziate fra loro, le quali dipendono dalla magnitudo del terremoto, dalla profondità dell'epicentro, dalla distanza dall'epicentro dall'edificio, dalle caratteristiche del suolo che le onde vanno attraversando, dalla consistenza del suolo su cui sorge l'edificio.

Il sollecitatore ha molte regolazioni che permettono di produrre una amplissima gamma di sollecitazioni e potenze.

Esso può essere applicato a piattaforme per test sismici e può anche essere direttamente applicato ad elementi da testare in situ.

Gli effetti degli scuotimenti sismici, oltre che dalle onde sismiche, dipendono dall'oggetto scosso, dalla sua struttura, da eventuali parti vulnerabili della sua struttura.

Anche in loco, il sollecitatore può testare una struttura, per esempio un edificio, o sue parti con finalità preventive per valutarne la resistenza antisismica o per valutarne l'integrità in seguito ad eventi sismici.